I libri che appaiono nei films.

“A quiet secluded life in the country, with the possibility of being useful to people to whom it is easy to do good, and who are not accustomed to have it done to them; then work which one hopes may be of some use; then rest, nature, books, music, love for one’s neighbor — such is my idea of happiness.” ― Leo Tolstoy, Family Happiness

Nel bel film “Captain Fantastic“, che ho avuto modo di visionare come al solito nella modalità “cineMelson” di prevalutazione per gli iscritti alla “Columbia“, appaiono un buon numero di libri, che noi possiamo proditoriamente scopiazzare e recuperare con calma (ovvio che ne scopiazziamo il titolo ed il nome dell’autore, preciso per i precisini).

Uno me lo sono appuntato e l’ho ricercato per leggerne la storia, la trama, qualche citazione:

  • Middlemarch di George Eliot , che era una donna costretta inizialmente ad usare un nome da uomo per poter pubblicare e per essere letta senza preconcetti.

Alcuni libri sono serviti da spunto o da base per scrivere la sceneggiatura. Alcuni di essi sono stati inviati dal regista (Ross) del film di cui sto parlando all’attore principale (Mortensen) per aiutarlo a prepararsi al suo ruolo:

Annunci

Informazioni su kobaino

very handsome boy married with amusement
Questa voce è stata pubblicata in acciaio, armi, Cinema, cineMelson, Libri e fumetti, malattie, preciso per i precisini, sapevatelo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...